DETTAGLIO NOTIZIA

Eremin sul trono di Schio (29.05.2017)

Nel pomeriggio di sabato, sotto la calura postprandiale di un’estate oramai sgranchitasi, s’è conclusa l’undicesima edizione del torneo Open Andritz Hydro. Il trionfo di Edoardo Eremin, classe 1993, impostosi sull’ argentino Valentin Florez Angelini al termine di una sudatissima finale, sigla dunque il successo di una manifestazione che oramai, nel vicentino, s’è conquistata la fama di “classico”. Più di 120 giocatori hanno preso parte alla competizione, dandosi battaglia a tutti i livelli, dal tabellone degli NC (la cui conclusione ha visto trionfare Gabriele Zironda) a quello finale, passando per delle fasi intermedie tutt’altro che “di passaggio”. Degno di menzione è il percorso di Alessandro Cracco, classificato 4.2 che, partendo dalle retrovie, ha infilato una serie di successi tale da garantirgli il primato nel torneo conclusivo di quarta categoria. Quanto al tabellone finale, erano ben 33 i giocatori di seconda categoria ai nastri di partenza; nonostante il ritiro prematuro di Walter Trusendi, testa di serie numero 1 del torneo, i begli incontri non si sono fatti desiderare, regalando al folto pubblico scledense la degna conclusione di un torneo complessivamente molto avvincente. Dopo un primo set ben amministrato da Eremin, il giocatore italiano andava in vantaggio di un break anche nel secondo, fattore di non poco peso considerando il servizio devastante della teste di serie numero 2 del tabellone. A quel punto, però, un obnubilamento s’impossessava del giocatore al servizio, rimettendo in partita un Florez tutt’altro che arrendevole. Di punto in punto, la rimonta dell’argentino allungava la partita al terzo, dove ci si sarebbe attesi, e con buone ragioni, il crollo definitivo dell’italiano. E invece, l’imprevedibilità di questo sport, a suon di rovesci calibrati al millimetro e servizi martellanti, Eremin riusciva a portarsi subito in vantaggio, sopprimendo la foga agonistica dell’avversario e ritornando a dominare con i colpi da fondo campo. Dulcis in fundo, era un sonoro 6-1 che segnava la fine dell’incontro e quindi della manifestazione. Tra i ringraziamenti del Presidente Dario Savio ,del direttore sportivo Gemiliano Leinardi  dell’assessore dello sport Aldo Munarini e l'amministratore Delegato dell'Andritz lingegner Arquilla Mario s’andava quindi archiviando l’undicesima edizione di uno dei tornei più importanti della provincia. L’appuntamento è allora per l’anno prossimo, sempre al T.C. Schio, sempre affamati di grande tennis.

  • Eremin sul trono di Schio
  • Eremin sul trono di Schio

Indietro

I NOSTRI SPONSORS